Transizione ecologica

Il fotovoltaico galleggiante è particolarmente indicato nelle aree in cui si è in presenza di un terreno pregiato: terreni agricoli e naturali, aree ad alta densità di popolazione e paesi piccoli o insulari. Sfrutta le superfici d’acqua esistenti ma inutilizzate, spesso vicine ai consumatori finali di energia più intensiva come le aree industriali e urbane, prevenendo la realizzazione di infrastrutture massicce per il trasporto e la distribuzione dell’energia estremamente dispendiose. Il fotovoltaico galleggiante è inoltre un’altra fonte di reddito da energia verde, quindi totalmente sostenibile a livello ambientale.

Principali benefici del fotovoltaico galleggiante

Ambientale

L’impatto ambientale è neutro se non positivo: non comporta pericolo per gli ecosistemi esistenti; riduce al minimo l’evaporazione dell’acqua; riduce la proliferazione algale grazie all’ombreggiatura della piattaforma; limita l’erosione del bacino riducendo l’azione delle onde.

Economico

Converte gli spazi inutilizzati in aree redditizie; riduce i costi di connessione alla rete e i grandi investimenti infrastrutturali; migliora le performance e la produzione di elettricità grazie all’effetto di raffreddamento naturale dell’acqua nei confronti dei moduli.

Sociale

Preserva terra e acqua per gli altri usi; riabilita le eventuali aree contaminate con energia pulita.